Torna la musica dal vivo: IZimbra Music Fest, II edizione

La cantiga de la Serena

La seconda edizione di IZimbra Music Fest sarà uno dei primi appuntamenti post-Covid da mettere in agenda per gli appassionati di musica dal vivo a Napoli. La nostra rassegna dedicata alla World Music quest’anno inizia giovedì 27 maggio alle ore 19:00 presso il centro culturale Domus Ars in via Santa Chiara, 10 con il concerto del gruppo pugliese “La Cantiga de la Serena“. Un appuntamento particolarmente significativo in questo periodo storico non solo perché segna l’inizio di una nuova vita dopo la pandemia, ma anche perché vuole essere l’auspicio di una nuova pace tra Israele e Palestina e di una nuova convivenza civile e solidale in tutto il bacino del Mediterraneo, ancora oggi scenario del dramma dei migranti. L’ensemble pugliese, infatti, composto da musicisti e ricercatori pugliesi, da anni si dedica al recupero e alla rielaborazione della musica antica e tradizionale dei Paesi del Mediterraneo, promuovendo il dialogo culturale tra Occidente e Oriente.  Sul palco Fabrizio Piepoli (voce, chitarra battente, daff), Giorgia Santoro (flauto, flauto basso, bansuri, ottavino, tin whistle, arpa celtica, cimbali) e Adolfo La Volpe (oud, chitarra classica, bouzouki irlandese).

Il concerto di Napoli inaugura il loro tour italiano organizzato dall’agenzia Zero Nove Nove e rientra nella programmazione Puglia Sounds Tour Italia 2020/2021 della Regione Puglia.Saranno presentati in anteprima i brani del nuovo progetto discografico “La Mar”, una raccolta di canti appartenenti a diverse tradizioni musicali che hanno come motivo conduttore il mare, “la mar” – appunto – in ladino.  Questo terzo lavoro discografico delinea un viaggio immaginario lungo il quale antiche cantighe sefardite, espressione della cultura degli ebrei spagnoli, si intrecciano a canti tradizionali pugliesi, canti narrativi, tarantelle. Un syrto greco si fonde con un canto della Grecìa salentina, le sonorità ammalianti di una melodia siriana incrociano il vigore solenne di una villanella napoletana, fino a sciogliersi nel ritmo travolgente di un horo macedone. Un dialogo d’amore sospirato tra il mare e il femminile, il canto della sirena che continua ad ammaliare i viandanti di ogni tempo . L’ensemble esegue questo repertorio utilizzando strumenti che appartengono a diverse culture musicali, lasciando in questo modo ampio spazio alla libera espressione del proprio modo di sentire e filtrare questi antichi canti d’amore, preghiera e gioia.

Misure di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 L’evento sarà organizzato nel rispetto delle indicazioni contenute nel “decreto riaperture” – decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52 e nelle linee guida della Conferenza delle Regioni.

Biglietto unico (10 euro) acquistabile su www.eventbrite.it 

Info & Contatti 3392558773 o il 3427926929.  info@izimbraculture.it.

 

Altre news

iZimbra Music Fest
ArsNova Napoli